Home aula di scienze
Aula di Scienze
Regolamento

Pianta dell'Aula di Scienze

CONFINI DELL'AULA DI SCIENZE

L'aula di scienze è virtualmente divisa in due locali:

Nella vista in pianta la linea tratteggiata marca il confine tra i locali A e B. Tale confine è posto in corrispondenza del telo di proiezione ancorato al soffitto.
Il corridoio di accesso D e le stanze C ed E (che ospitano i reagentari) sono parte integrante del laboratorio di chimica. I locali A e B hanno funzioni e regolamenti in parte comuni e in parte diversi.

FUNZIONI DEI LOCALI

Aula multimediale
Il locale A viene utilizzato:

Laboratorio di chimica
Nel locale B si svolgono le esperienze di laboratorio di Chimica e Biologia

NORME DI ACCESSO AI LOCALI A E B

Aula multimediale
Agli studenti e alle classi non accompagnati da docente l'accesso all'aula multimediale è consentito solo per un periodo limitato e, precisamente, per quello necessario per l'avvicendamento delle classi in corrispondenza dei cambi d'ora nell'attesa che arrivi l'insegnante.
Alle classi e studenti è vietato sostare nell'aula durante l'intervallo, salvo permesso speciale del docente il quale deve restare in aula.

Laboratorio di chimica
Per le classi e gli studenti l'accesso al laboratorio di chimica e l'uscita avvengono esclusivamente attraverso l'aula multimediale A. E' quindi vietato percorrere il corridoio D, utilizzato solo come via di fuga in caso di emergenza.

  1. In assenza di un docente o di un responsabile è tassativamente vietato a tutti gli studenti l'accesso al laboratorio di chimica.
  2. Durante le esperienze è vietato a tutti gli studenti l'accesso ai locali C ed E.
DIVIETI

Nell'aula di Scienze è tassativamente vietato agli studenti:

  1. consumare cibi o bevande;
  2. sporcare e/o lasciare il locale in disordine;
  3. spostare e/o asportare il materiale;
  4. tenere un comportamento tale da mettere in pericolo la propria incolumità e quella altrui;
  5. toccare le apparecchiature elettriche del sistema multimediale nonché manovrare gli interruttori generali d'alimentazione delle stesse;

Durante lo svolgimento delle esperienze di laboratorio è inoltre vietato:

  1. modificare la configurazione degli apparecchi forniti;
  2. manovrare senza assistenza il bruciatore Bunsen assegnato al proprio tavolo e i relativi rubinetti d'intercettazione del gas metano;
  3. aprire senza autorizzazione la valvola di intercettazione dell'acqua;
  4. prendere iniziative personali come mescolare le sostanze fornite o le soluzioni preparate al di fuori dell'esperimento che si deve effettuare;
  5. danneggiare il materiale fornito e/o usarlo in modo improprio;
  6. aprire le bacheche del laboratorio (ad esempio per prendere autonomamente il materiale in esse contenuto);
  7. togliersi gli occhiali di protezione e/o gli altri dispositivi di protezione previsti per realizzare in sicurezza l'esperienza di laboratorio;
  8. spostarsi di continuo da un tavolo all'altro e non stare correttamente seduti al proprio posto.
ALCUNE REGOLE E SUGGERIMENTI

Le esperienze pratiche in laboratorio possono essere un valido aiuto per comprendere gli argomenti trattati a lezione. Per trarre da esse il massimo profitto ed eseguirle con tranquillità e sicurezza è importante seguire alcune regole.

Prima dell'esperimento

  1. Ascoltare attentamente la spiegazione preliminare fornita dall'insegnante. Ciò eviterà di commettere errori o effettuare operazioni scorrette che possono a volte essere molto pericolose.
  2. Leggere con cura la descrizione dell'esperimento per essere sicuri di aver capito bene tutti i particolari e le procedure.
  3. Se serve, prima di mettersi al lavoro ripartire in modo chiaro e definito i compiti tra gli occupanti del tavolo di laboratorio. Si tenga inoltre presente che, quando l'esperienza di laboratorio lo richieda, agli studenti seduti nelle postazioni 1 e 4 di ogni tavolo spetta il compito di manovrare i rubinetti del gas e dell'acqua.

Durante l'esperimento

  1. Eseguire la procedura o l'esperimento proposto con precisione e attenzione, seguendo scrupolosamente le istruzioni date.
  2. Se si hanno dubbi o difficoltà di ogni genere, chiedere assistenza.
  3. Tenere sempre il posto di lavoro pulito e ordinato senza mettere sul banco oggetti che siano estranei all'esperimento in corso.
  4. Usare sempre gli strumenti appositi per movimentare le sostanze e le pinze per maneggiare oggetti caldi. Ricordare che un oggetto di vetro riscaldato si raffredda lentamente e può quindi provocare ustioni anche dopo un certo tempo da quando è satato allontanato dalla fiamma.
  5. La vetreria va sempre controllata attentamente prima dell'uso. Ciò eviterà incidenti come ferite e dispersione di liquidi.
  6. Non si deve mai dirigere verso se stessi o verso un compagno l'imboccatura di una provetta che viene scaldata o in cui sta avvenendo una reazione chimica.
  7. Non tenere mai il volto sopra un recipiente dal quale si sviluppa un vapore.
  8. Il bruciatore Bunsen va spento quando non serve; ricordare che le sue parti metalliche possono provocare ustioni se toccate inavvertitamente.
  9. Per motivi di sicurezza, le esperienze eseguite in laboratorio non pervaderanno mai l'uso di sostanze molto corrosive (acidi o basi concentrate) o pericolose (cloro, fluoro, benzene, toluene, ecc.). Tuttavia si deve sempre prestare la massima attenzione per evitare di macchiare i vestiti. Al riguardo, quando si sa che si deve fare un'esperienza in laboratorio di chimica, si consiglia di indossare abiti non di valore e comodi, cioè che non impediscano i movimenti.
  10. I capelli lunghi vanno tenuti raccolti.

In caso necessità:

  1. se il problema coinvolge solo un tavolo (versamenti accidentali di liquidi, rottura di un contenitore, di una provetta, ecc.), gli studenti del tavolo devono allontanarsi per permettere al docente di intervenire rapidamente. Se si stava usando il bruciatore Bunsen, lo studente vicino al rubinetto del gas provvederà a chiuderlo immediatamente e quindi ad allontanarsi;
  2. per l'evacuazione dell'Aula di Scienze seguire le direttive del Piano di Emergenza del Liceo. In particolare dirigersi ordinatamente verso la più vicina uscita di emergenza (porte su corridoio D) senza attardarsi a raccogliere oggetti personali.

Alla fine dell'esperimento

  1. Riordinare il materiale utilizzato sul tavolo, in modo che i compagni che effettueranno l'esperienza nell'ora successiva non si trovino di fronte a un incredibile caos.
  2. Alcune sostanze si possono riutilizzare per eseguire altri esperimenti, mentre altre non lo sono più e bisogna quindi “disfarsene”. E' importante sottolineare che l'idea che “tanto il mare è grande” (e che quindi si può buttare tranquillamente nello scarico tutto ciò che si vuole) è quanto mai errata. vero che alcuni composti o loro soluzioni acquose possono essere versati senza problemi nel lavandino, ma altre sostanze vanno smaltite in modo opportuno perché dannose per l'ambiente. Al termine quindi dell'esperimento vanno seguite con molta attenzione le istruzioni date dall'insegnante su dove versare o raccogliere le sostanze utilizzate che non servono più.
  3. Prima di lasciare l'aula, riporre il proprio sgabello sotto il banco e non dimenticare il materiale didattico che è stato fornito.
  4. Ricordarsi di lavarsi con cura le mani prima che cominci l'ora successiva di lezione anche se non si è venuti in contatto con alcuna sostanza.

A casa: