L'edificio - I Laboratori
Il Laboratorio di Fisica
Il laboratorio di Fisica nel 1924 - Informatica Castelnuovo - Informatica Faifofer - Scienze

Galleria fotografica
Galleria immagini

Il laboratorio di Fisica del liceo Foscarini ha alle spalle una storia bicentenaria ed ha conosciuto periodi di assoluta eccellenza.

In particolare nel primo cinquantennio al Foscarini insegnarono fisici di prim'ordine come il Marianini (collaboratore di Alessandro Volta), lo Zantedeschi, lo Zambra in stretto collegamento con l'Università di Padova. Tecnico di laboratorio era Francesco Cobres che realizzò strumenti di assoluto valore in particolare nel campo dell'elettromagnetismo che era allora la "nuova frontiera" della Fisica.

Tra la seconda metà dell'Ottocento e l'inizio del Novecento il laboratorio conobbe viceversa un lungo periodo di decadenza come appare evidente dalla relazione del preside Contessa sullo stato del gabinetto di Fisica nell'A.S. 1923/24.

Dopo la riforma Gentile che unificava l'insegnamento di Matematica e Fisica, vi furono diversi tentativi di riorganizzare e rinnovare il laboratorio primo tra tutti quello del prof. Giulio Pavanini.

Solo alla fine del Novecento però vi fu un serio tentativo di recuperare il patrimonio di antichi strumenti che giaceva in stato di abbandono nel magazzino del laboratorio. Furono le prof. Andreina Naletto e Daniela Magnanini con l'aiuto di Pierandrea Malfi studente di ingegneria e fino a pochi mesi prima del Foscarini, a dare inizio a questo recupero con la mostra del 1994.

Già in occasione di quella mostra era nato il progetto, che allora pareva piuttosto un sogno, di allestire un museo scientifico; nel 1999 per iniziativa di chi scrive e di Pierandrea Malfi nacque il museo virtuale di fisica, nel 2003 quello reale intitolato ad A. M. Traversi.

Il vecchio laboratorio che consisteva in una grande aula per dimostrazioni da banco, con una gradinata di legno per gli studenti, fu viceversa smantellato nel 2005 per fare posto a nuove aule in anni di grande crescita delle iscrizioni. Un nuovo laboratorio è stato allestito nel locale che prima fungeva da magazzino, ormai svuotato degli strumenti passati al museo.

Il locale ospita un bancone attrezzato per le dimostrazioni e tre tavoli per gli studenti, che possono ora eseguire anche esperienze in prima persona (p.es. piano inclinato, parallelogramma delle forze, verifica della legge di Ohm ...).



Responsabile del laboratorio: prof. Ornella Fassina

Assistente tecnico: Massimo Delrio

Valido HTML 4.01!