Il POF del Foscarini -> Latino
Latino
Metodologia didattica
Obiettivi - Raccordi interdisciplinari

VERIFICHE

Prove scritte

Se ne svolgono 3 o 4 a quadrimestre, e sono basate sulla traduzione, con l'ausilio del vocabolario, di un brano d'autore di non più di 14 righe, di difficoltà adeguata al livello raggiunto dalla classe nel momento in cui la prova si svolge. La prova si svolge in due ore. Talora, in relazione alla programmazione, tale prova può essere sostituita da un altro tipo di esercizio scritto, consistente nell'analisi di un brano d'autore e nella sua contestualizzazione letteraria

Di domande di storia letteraria, a cui si risponda in modo sintetico per iscritto, è composta un'altra tipologia di verifica scritta, volta all'esercitazione di abilità adatte allo svolgimento della terza prova scritta dell'Esame di Stato.

Si ricorre talora ad un ulteriore esercizio scritto, consistente nella risposta a domande di carattere linguistico su testi già tradotti e commentati o su versioni assegnate per casa.

Prove orali

Sono di tre tipi: a) interrogazione di storia letteraria consistente nell'esposizione orale dei contenuti della disciplina; b) lettura traduzione e commento (linguistico, contenutistico, letterario) di brani d'autore tradotti e illustrati in classe; c) traduzione e commento (linguistico, contenutistico, letterario) di brani di versione aasegnati per casa. Quest'ultimo esercizio viene introdotto gradualmente, per quel che concerne il commento contenutistico e letterario, in modo che gli allievi si abituino a considerare il testo anche da questi punti di vista.

Le prove orali sono almeno due a quadrimestre, e vengono stabilite con congruo anticipo, d'accordo con gli studenti e i loro impegni di studio.

VALUTAZIONE

-Delle prove scritte

Si adotta la seguente griglia, utile anche nell'applicazione della valutazione in quindicesimi, adoperata all'Esame di Stato.

COMPRENSIONE DEL TESTO

COMPETENZA LINGUISTICA

TRANSCODIFICAZIONE (resa in Italiano)

Gradualmente attraverso il triennio si dovrebbe giungere a far pesare di più il terzo degli indicatori, poché nel tempo diviene sempre più scontata la dimestichezza con le strutture linguistiche del Latino.

-Delle prove orali

nelle verifiche di traduzione

conoscenze: qualità e ampiezza e sicurezza del riconoscimento delle strutture linguistiche

competenze: riconoscimento della differenziazione semantica del lessico; riconoscimentto dei modi

dell'utilizzazione "artistica" e retorica del lessico;

capacità: di transcodificazione; di contestualizzazione storico-letteraria del brano proposto in traduzione.

Nelle verifiche di storia letteraria:

conoscenze: quantità e qualità delle informazioni biografiche, letterarie, storiche, critiche;

competenze: organicità delle informazioni, attinenza delle risposte alle domande;

capacità: di sintesi; di analisi critica di un testo letterario; di rielaborazione autonoma dei contenuti e delle loro

relazioni; di discussione e approfondimento critico interdisciplinare

Vengono valutate con apposita misurazione (voto in decimi, o definizioni di Insufficienza; sufficienza, discreto; Buono; ottimo) anche interventi, domande, risposte anche brevi e puntuali fornite dagli allievi nel corso del lavoro in classe, in modo da valorizzare capacità di intuizione, di critica, desiderio di partecipazione attiva al lavoro comune.

MODALITA' DEL LAVORO DOMESTICO

Settimanalmente viene assegnata la traduzione della cosiddetta "versione", la cui correttezza si verifica nel giorno stabilito, interrogando uno o due studenti che daranno prova di identificare le più significative strutture linguistico-sintattiche del testo esaminato.

I testi d'autore letti, tradotti e commentati inclasse sono di solito ristudiati dagli alunni per la lezione successiva, con l'aggiunta di una decina di righe di traduzione, con l'uso del vocabolario e l'ausilio delle note al testo, del medesimo brano, prassi che si ritiene utile all'esercizio di traduzione e all'applicazione delle conoscenze assimilate nel corso della lezione.