Il POF del FoscariniIl curricolo
Lettere al Liceo
Lettere al Ginnasio

Nel liceo le materie Italiano Greco e Latino sono incentrate sullo studio della storia della letteratura. Attraverso la lettura degli autori e lo studio dei contributi della critica gli alunni giungono ad una conoscenza più approfondita delle civiltà antica; lo studio della lingua e della letteratura italiana attraverso l’analisi degli autori, dei testi e dei più significativi contributi critici, consente agli alunni di ripercorrere, lungo ottocento anni di storia, la trasformazione culturale, sociale e politica del nostro paese e di prendere coscienza dei valori estetici ed etici della nostra cultura anche attraverso uno stimolante confronto con quella del resto dell’Europa.

Obiettivi

Nell’arco del triennio del liceo deve essere raggiunta una serie di obiettivi generali; di conseguenza gli alunni dovranno, al termine di questo anno scolastico:
  • conoscere le strutture e le funzioni della lingua italiana, letteraria e non letteraria;
  • conoscere i diversi registri linguistici della lingua italiana;
  • conoscere le caratteristiche morfologiche e sintattiche della lingua greca e latina;
  • saper riconoscere tali caratteristiche all’interno di un testo letterario anche complesso;
  • conoscere il significato di un numero adeguato di parole in greco e latino, tali da costituire un lessico sufficiente alle esigenze di un primo inquadramento della traduzione;
  • essere in grado di fornire una traduzione in italiano che rispetti le caratteristiche specifiche della lingua antica, ma che non tradisca la correttezza e la struttura logica della lingua di arrivo, sapendo anche motivare criticamente eventuali scelte personali;
  • conoscere e saper descrivere appropriatamente le caratteristiche proprie dei principali generi letterari così come essi sono codificati nella cultura italiana, greca e latina;
  • conoscere e saper discutere delle principali opere di cui si andrà trattando;
  • saper riconoscere, descrivere e approfondire le coordinate storico-culturali entro cui si forma e matura l’opera letteraria;
  • avere padronanza di un lessico critico appropriato e specifico;
  • saper risalire al contesto socio-culturale e al rapporto esistente fra letterati e società;
  • sapersi orientare in modo autonomo, inferendo confronti e rapporti fra opere, autori e periodi diversi.
  • Contenuti

    Per Italiano:

    Lo studio della Letteratura prevede l’analisi degli autori e dei testi opportunamente storicizzati secondo la seguente scansione:
    In I liceo, trattazione delle testimonianze letterarie sino alle soglie del Cinquecento. Particolare attenzione verrà riservata alla trasmissione della cultura classica in epoca medievale, alla cultura dell’età cortese, alla poesia religiosa umbra, alla Scuola Siciliana, agli autori del Dolce Stil Novo e soprattutto all’approfondimento delle “Tre corone”: Dante, Petrarca e Boccaccio. Una rassegna della produzione letteraria del Quattrocento consentirà agli alunni di accostarsi in modo consapevole ai più significativi contenuti della cultura umanistica e rinascimentale.
    In II liceo, trattazione delle testimonianze letterarie dal Cinquecento sino alle soglie dell’Ottocento.
    La ricchezza della produzione letteraria dei secoli trattati consente percorsi modulari che possono essere condotti, per il XVI secolo, lungo l’asse della poesia cavalleresca, del teatro, della trattatistica storico-politica, coinvolgendo autori quali Ariosto e Tasso, Ruzante e Machiavelli. Per il XVII secolo l’attenzione per la prosa scientifica da un lato e per la poesia barocca dall’altro comporta momenti di confronto particolarmente serrato con discipline quali la filosofia, le materie scientifiche e la Storia dell’Arte. Infine, per il XVIII secolo, particolare attenzione verrà rivolta al teatro di Carlo Goldoni e al messaggio di autori quali Alfieri e Parini soprattutto in funzione dello studio di Foscolo (esaminato possibilmente nel corso dello stesso a.s.), di Manzoni e Leopardi (analizzati nell’anno successivo).
    In III liceo, trattazione delle testimonianze letterarie dall’inizio dell’Ottocento al Novecento. Lo studio di autori quali Manzoni, Leopardi, Verga, Pascoli, D’Annunzio e Svevo, solo per citare i principali, comporta una attenta storicizzazione dei singoli personaggi e un adeguato inserimento in precise correnti artistiche e indirizzi filosofici in stretta collaborazione con l’insegnamento di altre discipline (Filosofia, Storia, Arte per prime). Una analisi attenta viene condotta a livello di generi letterari per individuare le innovazioni instauratesi sul piano della poesia e della narrativa novecentesche. inoltre lo studio dei grandi romanzieri del XIX e XX secolo impone la lettura integrale delle loro più significative opere. La rassegna degli autori novecenteschi è normalmente legata a scelte determinate da percorsi modulari organizzati anche in funzione di significative tematiche interdisciplinari in vista dell’esame di stato.
    È interesse ampiamente condiviso dai docenti di Italiano del Foscarini, quello della trattazione, lungo l’intero triennio, della Commedia di Dante, attraverso la lettura e l’analisi di un congruo numero di canti.
    Tale attenzione si è concretata, nel giugno del 2008, nell’organizzazione del Terzo incontro regionale sul tema “Leggere e insegnare Dante nella scuola del Duemila”, in collaborazione con l’Università degli Studi di Venezia e di Padova, sotto l’egida del Ministero dell’istruzione, che ha visto tra l’altro numerosi alunni del Foscarini proporre una personale interpretazione di testi danteschi. Tale esperienza verrà ripetuta anche nel presente a.s.
    Per quanto riguarda invece la produzione di testi scritti, essa viene organizzata e sperimentata secondo la seguente scansione: In I liceo analisi del testo narrativo e poetico, tipologia A C e D, e basi per la tipologia B.
    in II liceo si passa a sviluppare tutte e quattro le tipologie, con strategie diverse.
    in III liceo le quattro tipologie con una simulazione di cinque ore per la prima prova.

    Per Latino:

    Ripasso dei principali elementi di sintassi, in particolare quella del periodo, corredato da opportune traduzioni dai principali autori.
    Moduli di autori: traduzione e commento di una scelta di autori fra Cesare, Sallustio, Cicerone oratore e filosofo, Catullo, Lucrezio, Livio, Orazio, Virgilio, Seneca, Petronio, Plinio il Giovane, Apuleio, Quintiliano, Tacito e, eventualmente, Agostino.
    Moduli di letteratura:

    Per Greco:

    Ripasso dei principali elementi di sintassi, in particolare quella del periodo, corredato da opportune traduzioni dai principali autori.
    Trattazione della storia della letteratura, con la seguente scansione: Trattazione di autori: in linea di massima la trattazione degli autori con commento e traduzione seguirà la scansione cronologica del programma di letteratura.