Storia del Liceo - - Presidi e rettori del Foscarini
Antonio Maria Traversi
Il Padre Fondatore

Monumento funebre a S.Maria Maggiore in Roma
Antonio Maria Traversi nacque il 21-Feb-1765 a Venezia nella parrocchia di S.Pantalon da famiglia agiata. Manifestò presto una grande vastità di interessi studiando scienze sacre, teologia, matematica, filosofia.
Nel 1796 il Senato Veneto lo elesse alla cattedra di Logica e Metafisica nel Sestiere di S.Marco per le Scuole dei Chierici, ma l'anno dopo la Repubblica di Venezia fu travolta dalle truppe del Bonaparte e subito dopo "girata" all'Austria. Il Traversi si dedicò allora all'insegnamento privato in un convitto maschile. Nel 1806 pubblicò le Lezioni di Fisica tecnico-sperimentale.
Nel 1807, dopo il ritorno di Venezia ai francesi, ricevette l'incarico di creare un Liceo-Convitto a Venezia; individuò l'ex-convento di S.Caterina come sede e divenne il primo Provveditore della nuova scuola.
Una delle sue prime cure fu quella di dotare la nuova scuola di una biblioteca adeguata; recuperò gli splendidi scaffali della biblioteca del Cenobio di S.Giorgio Maggiore che aveva subito un vero e proprio saccheggio negli anni precedenti; e li riempì di libri che raccolse e ordinò con l'aiuto di quel Mauro Cappellari, allora frate Camaldolese a Murano, che sarebbe anni dopo divenuto papa con il nome di Gregorio XVI.
Altro grande merito del Traversi fu quello di avere dotato la nuova scuola di un laboratorio di Fisica di prim'ordine che si conquistò in breve tempo un grosso prestigio.
Il Traversi rimase alla guida del Liceo-Convitto di S.Caterina anche dopo il ritorno degli austriaci nel 1814, fino al 1832 quando fu sostituito dall'abate Luigi Della Vecchia; nel 1833 fu insignito della Gran Collana d'Oro dell'Imperatore.
Nel 1835 papa Gregorio XVI lo volle al suo fianco a Roma; lasciato dopo 28 anni il Liceo-Convitto, il Traversi fu canonico della Basilica di S.Maria Maggiore, vescovo di Nazianzio e Patriarca di Costantinopoli. Non fu mai cardinale contrariamente a quanto è stato molte volte erroneamente riportato.
Morì a Roma il 23 settembre 1842; notevole il monumento funebre a S.Maria Maggiore (nella navata centrale subito a sinistra dell'ingresso). Alla sua base un bassorilievo mostra alcuni strumenti di Fisica e su un piatto di bilancia le opere del Traversi (Traversi - Fisica).