Storia del Liceo - 1814 - 1866
Cambiamenti notevoli dell'A.S. 1851/52
Ordinanze dell'A.S. 1851/52

In adempimento degli ordini dati dall'Eccelso Ministero della pubblica Istruzione col Dispaccio 17 Settembre 1851, anche il R. Ginnasio e il R. Liceo di S. Catterina in Venezia, vennero uniti, fin dal principio di quest'anno, col nome di Ginnasio liceale, sotto la stessa Direzione, e vi furono successivamente introdotte le innovazioni prescritte.

Non essendo ancora stati nominati i nuovi Direttori, l'l.R. Luogotenenza coi Decreti 31 Ottobre N.º 25061 e 7 Novembre Nº 25521, dispose, che il cessante Direttore dello Studio Filosofico ab. Luigi Dalla Vecchia coll'assistenza del f.f. di Prefetto ab. Antonio prof. Rizzardini desse opera all'iscrizione degli studenti di tutte le Otto Classi e temporariamente adempisse le altre incombenze della nuova Direzione.

Per lo stesso Decreto sopraccitato 7 Novembre N. 25521, vennero richiamati pel cominciamento delle lezioni i supplenti dell'anno precedente Ferdinando Herter, Ormisda Donaggio, Lodovico Pizzo e Gaetano Galante, e venne altresì destinato ad insegnare la Religione in tutte le Otto Classi il Catechista del Ginnasio di S. Giovanni Laterano ab. Leopoldo Lazzari, nel cui Iuogo fu mandato questo Catechista ab. Adriano Merlo.

Pervenuto all'I.R. Luogotenenza il Dispaccio Ministeriale 6 Novembre N.º, con cui erano stati provvisoriamente nominati Direttore l'ab. Natale Dott.Concina e Vicedirettore l'ab. Antonio Rizzardini, il primo di essi assunse la direzione il dì 26 dello stesso mese di Novembre.

Non essendosi potuto provvedere fin dal principio dell'anno scolastico all'insegnamento della Storia nelle Classi VII.a ed VIII.a coi professori stabili nè coi supplenti richiamati, l'I.R. Luogotenenza con suo Decreto 16 Dicembre N.º 28678, assentì che fosse a tal uopo assunto l'ab. Lodovico Manini, e che gli fosse altresì affidata l'Istruzione religiosa per le stesse Classi VII.a ed VIII.a, ad alleviarne la fatica al Prof. ab. Lazzari. E l' ab. Manini, obbedendo all'invito, entrò nel duplice ufficio il 2 Gennaio 1852.

Approvato con Decreto 29 Febbraio N.º 3639 dell'l.R. Luogotenenza il Piano proposto da questa Direzione per l'insegnamento della Scuola libera di Disegno, questa venne aperta il 22 Marzo e vi fu introdotto a dare le sue lezioni il signor Maestro Tommaso Viola.

Le condizioni del nuovo Istituto richiedevano un notevole cangiamento anche nella parte materiale di esso. Era necessario che alcune stanze, con dispendio non lieve, fossero adattate e messe in sesto pegli usi della Direzione e dei Professori.

Per ciò si ebbe ricorso alla spettabile Congregazione Municipale, di cui fu tale e tanta la sollecitudine nel provvedere al bisogno rappresentato, che il lavoro e l'addobbamento furono condotti a termine in breve spazio di tempo.